Olio di Oliva

Cos’è l’Olio d’Oliva ?

Nel corso della storia, l’olio di oliva è stato molto apprezzato per le sue qualità.

Anticamente gli atleti lo usavano per massaggiare i muscoli e donare loro più elasticità e le donne dell’antica Romana lo usavano come trattamento cosmetico per mantenere un aspetto giovane e sano della pelle.

Apprezzato a lungo per il suo gusto gradevole, l’olio d’oliva è oggi al centro dell’attenzione e per le sue qualità curative.

Come si ottiene l’olio d’oliva ?

L’olio d’oliva viene estratto dalle olive con un procedimento molto semplice: i frutti vengono spremuti a freddo per estrarre l’olio.

I metodi moderni prevedono anche la frantumazione e la miscelazione delle olive, quindi la separazione dell’olio dalla polpa mediante centrifugazione.

Dopo la centrifugazione, nei panelli di olive rimangono piccole quantità di olio: può essere estratto utilizzando solventi chimici ed è noto come olio di panelli di olive.

Quanti tipi di olio d’oliva si trovano in commercio ?

Per sapere quale olio d’oliva è il migliore, dobbiamo fare la seguente classificazione, a seconda del metodo di estrazione. 

Pertanto, ci sono 3 classi principali di olio d’oliva:

  • Raffinato – Questo tipo di olio si ottiene dai dolci, si trova anche sotto il nome di Sansa o Pomace. Il metodo di estrazione di questo olio prevede sostanze chimiche/solventi organici che aiutano a separare l’olio dai componenti solidi delle olive. Di tutti, questo olio è il più povero di sostanze nutritive.
  • Vergine – L’olio vergine di oliva viene estratto da  spremitura a freddo (oltre che extra vergine), senza l’utilizzo di solventi chimici. Ha un alto contenuto di sostanze nutritive e antiossidanti, ma si differenzia dalla sua calce extra vergine per la concentrazione di acido oleico.  Ad una concentrazione dell’08 – 2% di acido oleico l’olio è considerato vergine, e ad una concentrazione fino allo 0,8% di acido oleico l’olio è extra vergine.
  • Extra vergine – L’olio extra vergine di oliva è considerato il tipo più salutare. Viene estratto utilizzando solo metodi naturali e standardizzati per la purezza e alcune qualità sensoriali come il gusto e l’olfatto. L’olio d’oliva, che è veramente extra vergine, ha un gusto distinto ed è ricco di antiossidanti fenolici, motivo per cui è così benefico.

Benefici dell’Olio d’Oliva :

  • Aiuta a ridurre il diabete ;
  • Aiuta a perdere peso ;
  • Previene il cancro ;
  • Combatte le infiammazioni ;
  • Migliora le funzioni del cervello ;
  • Diminuisce il colesterolo ;
  • Migliora l’aspetto della pelle ;
  • Riduce la pressione arteria ;
  • Mantiene i capelli sani ;
  • A causa dell’alto contenuto di grassi sani, è molto benefico per il sistema cardiovascolare (il consumo regolare di olio d’oliva è associato a un minor rischio di malattie cardiovascolari);
  • Mantiene la salute dell’apparato digerente e previene le malattie dello stomaco ;
  • Allevia l’asma ;

Indicazioni terapeutiche dell’olio d’oliva :

  • Dolori reumatici;
  • Malattia del fegato ;
  • Condizioni della pelle ;
  • Distorsione ;
  • Cura dei capelli ;
  • Protezione cardiovascolare ;

Proprietà dell’olio d’oliva :

I benefici medici dell’olio d’oliva sono dovuti sia all’alto contenuto di acidi grassi monoinsaturi sia all’alto contenuto di antiossidanti. Oltre all’alto contenuto di acidi grassi omega 3 e omega 6, l’olio d’oliva contiene sodio, potassio, calcio, ferro, vitamina E, vitamina K, antiossidanti – luteina, flavonoidi.

L’olio d’oliva va bene per cucinare ?

L’olio d’oliva è ricco di sostanze nutritive e fa bene alla salute. E’  ottimo per cucinare quando si preparano insalate e condimenti, per cibi al vapore, per il pane o aggiunto alle zuppe. Tuttavia, per la cottura a temperature molto elevate e per la frittura, l’olio d’oliva non è indicato. Inoltre, può persino diventare dannoso. La spiegazione è che l’olio d’oliva, come l’olio di sesamo o di cocco, ha un punto di combustione molto più basso dell’olio di colza o di girasole. Il punto di ebollizione è la temperatura alla quale l’olio inizia a decomporsi o, più precisamente, a modificare la sua struttura molecolare. Ad esempio, il punto di combustione dell’olio d’oliva raffinato è significativamente più alto di quello del petrolio greggio. Nello specifico, si tratta di 216 gradi Celsius, vicino a quello dell’olio di girasole che ha un punto di combustione di 227 gradi. Ecco perché l’olio d’oliva raffinato, anche se ha perso le sue proprietà, può essere utilizzato in cucina.

Curiosità sull’olio d’oliva :

  • Il colore dell’olio d’oliva può variare dal verde brunastro al giallo chiaro, a seconda della preparazione e delle olive da cui è composto. Tuttavia, il colore non influisce sulla qualità.
  • Il numero di calorie per 100 ml di olio d’oliva è 885 ed è la fonte più importante di grassi monoinsaturi. 
  • Il 90% delle olive raccolte viene utilizzato per produrre olio d’oliva. Solo il 10% viene utilizzato per essere servito come tale.
  • A seconda della varietà, occorrono dai 5 ai 10 chilogrammi di olive per fare 1 litro di olio d’oliva. 
  • L’olio d’oliva viene conservato in un luogo fresco e protetto dalla luce. La luce solare diretta porta all’invecchiamento dell’olio d’oliva e alla perdita di proprietà e aroma. 
  • È meglio conservare in bottiglie scure e mai di plastica. 
  • Anticamente l’olio non veniva usato in cucina, ma in medicina, per la cura della pelle, per fare il sapone e per accendere le lampade a olio. 
  • In passato la raccolta delle olive veniva effettuata solo a mano, ora la tecnologia consente l’utilizzo di dispositivi con forti vibrazioni che fanno cadere le olive nelle reti poste a tale scopo. 

Usi meno conosciuti dell’olio d’oliva :

  • Può essere utilizzato come detergente naturale. Applicare l’olio d’oliva su un batuffolo di cotone e rimuovere delicatamente il trucco dal viso. 
  • Pulisce i segni di vernice e cera dalla pelle. Se hai sporcato la vernice o hai tracce di cera rimaste dalla ceretta, puoi pulirla con olio d’oliva. 
  • Perfetto come olio per cuticole. Grazie alle sue proprietà idratanti può trattare con successo le cuticole secche e antiestetiche.
  • Aiuta a staccare gli adesivi – Tira un angolo dell’adesivo e poi gocciola qualche goccia di olio d’oliva per staccarlo più facilmente e senza lasciare tracce .
  • Aiuta a mantenere la qualità delle scarpe in pelle. Ungere le scarpe con un panno morbido su cui avrete messo qualche goccia di olio d’oliva e risplenderà e sarà protetto. 

Qual è la densità dell’olio d’oliva? 

Una delle caratteristiche più importanti dell’olio è la sua densità. Come in ogni altro caso, la densità è data dal rapporto tra massa e volume. Il valore della densità dell’olio è sempre inferiore alla densità dell’acqua, che è associata all’incapacità degli oli di dissolversi in essa. 

La densità degli oli caratterizza, in una certa misura, la composizione e la qualità dell’olio. L’olio contiene paraffine, nafteni e idrocarburi aromatici, che differiscono per densità. La maggiore densità indica un contenuto maggiore di idrocarburi aromatici.

La densità dell’olio d’oliva è 0,916 kg / l.Questa densità corrisponde a una temperatura di 17º C. Man mano che l’olio si riscalda, la sua densità diminuisce.

Controindicazioni all’olio d’oliva :

Sebbene non abbia controindicazioni, il consumo eccessivo di olio d’oliva può essere dannoso. Come con qualsiasi altro cibo, l’olio d’oliva in eccesso può avere effetti spiacevoli. La quantità consigliata è di circa 4-5 cucchiaini al giorno. 

Gli effetti del consumo eccessivo di olio d’oliva includono : disturbi digestivi, dolori addominali, abbassamento della pressione sanguigna al di sotto del livello ottimale. Inoltre, applicato eccessivamente sulla pelle può portare alla formazione di punti neri.

Criteri per la scelta dell’olio d’oliva :

Indipendentemente dal tipo di olio d’oliva che scegli, è certo che avrai la maggior parte dei benefici di questo prodotto. È l’ideale avere in casa sia un olio di oliva raffinato, che puoi usare per cucinare, sia un olio d’oliva vergine o extra vergine per insalate, zuppe, salse fredde, ecc. 

I problemi nella scelta dell’olio d’oliva sorgono quando si parla di prodotti contraffatti, che contengono sostanze chimiche destinate a imitare il colore, il sapore e la densità dell’olio d’oliva, ma che hanno un prezzo molto più basso.

Ecco alcuni modi per assicurarti che l’olio d’oliva che intendi acquistare sia veramente di qualità:

  • Il prezzo  è un primo indicatore di qualità.
  • Leggere attentamente l’etichetta  e vedere se specifica i dati completi sul produttore e su come è stato ottenuto l’olio. 
  • Il contenitore  in cui viene commercializzato l’olio d’oliva deve essere di vetro scuro o di latta. I contenitori di plastica tradiscono un prodotto di qualità inferiore. L’olio d’oliva è sensibile alla luce, motivo per cui i prodotti in contenitori completamente trasparenti non sono della migliore qualità. 
  • La durata di conservazione  di un prodotto naturale non può essere molto elevata, quindi è un’indicazione da seguire quando si cerca un olio di oliva superiore.

Come conservare l’olio d’oliva ?

  • Luce  : l’olio d’oliva perde i suoi aromi e le sue proprietà se esposto alla luce diretta del sole o a una luce forte.
  • Contenitore  : se hai acquistato una scatola con una grande quantità di olio e vuoi trasferirlo in un contenitore più piccolo e più maneggevole, non usare mai un contenitore di plastica. Scegli un contenitore in vetro scuro.
  • Temperatura  : L’olio d’oliva si sente meglio intorno ai 18 Gradi Celsius, ma resiste bene anche a temperature più elevate, quindi può essere conservato in cucina in una credenza lontano dai fornelli o dal forno. 

Olio d’oliva nei cosmetici :

L’olio d’oliva nutre il nostro corpo dall’interno, ma può anche nutrire la nostra pelle dall’esterno. Idratante ed emolliente, lascia la pelle liscia e aiuta a idratare il cuoio capelluto e i capelli. 

L’olio d’oliva è già un ingrediente utilizzato nell’industria cosmetica e molti prodotti per la cura della pelle o dei capelli contengono olio d’oliva. 

L’applicazione di piccole quantità di olio d’oliva sulla pelle aiuta a ripristinare la sua elasticità, prevenire le rughe e ripristinare la sua struttura. L’olio d’oliva è adatto anche per uniformare il tono della pelle e per ridurre gli effetti nocivi dell’esposizione prolungata della pelle al sole. 

Maschere cosmetiche all’olio d’oliva :

Le maschere con olio d’oliva sono utili per la pelle secca, sensibile o mista. Ecco alcune ricette per maschere fatte in casa a base di olio d’oliva:

  • Maschera viso con olio d’oliva e miele – Mescolare 2 cucchiai di miele con un cucchiaio di olio extravergine di oliva. Mettere il composto nel microonde per 20 secondi, quindi applicare il composto sulla pelle e lasciarlo agire per 5 minuti per poi sciacquare il viso con acqua tiepida. 
  • Maschera viso con olio d’oliva, curcuma e latte – Mescolare 2 cucchiaini di curcuma con un cucchiaino di latte e un cucchiaino di olio d’oliva. Applicare la maschera sul viso, lasciare in posa 15 minuti, quindi risciacquare il viso. È possibile che a causa della curcuma la pelle abbia acquisito una sfumatura leggermente arancione, ma con un po’ di struccante la curcuma verrà rimossa completamente. 
  • Maschera viso con olio di oliva e avocado – Mescolare metà dell’avocado tritato finemente con due cucchiaini di olio d’oliva. Applicare la maschera sul viso e lasciarla in posa per 15-20 minuti, quindi rimuoverla con acqua tiepida. 
  • L’olio d’oliva ha anche effetti benefici sui capelli, soprattutto sui capelli trattati chimicamente, che necessitano di idratazione. Puoi applicare l’olio d’oliva lungo i capelli e lasciarlo in posa per circa 4 ore. Per una maggiore idratazione, puoi aggiungere un po’ di miele. 

Risorse: Vedi Olio di Oliva su wikipedia

Le informazioni in questo articolo non devono sostituire la consultazione di uno specialista o una visita da un medico. Qualsiasi raccomandazione medica contenuta in questo materiale è solo a scopo informativo. Le conclusioni o i riferimenti non sono tipici e possono variare da individuo a individuo e possono dipendere dal proprio stile di vita, salute, ma anche da altri fattori. Queste informazioni non dovrebbero sostituire una diagnosi informata.

Lascia un commento