Dolori articolari – Cosa sono, tipi, cause, fattori, prevenzione

Cosa sono i dolori articolari ?

Le articolazioni formano le connessioni tra le ossa. Forniscono supporto e ti aiutano a muoverti. Qualsiasi danno o lesione alle articolazioni causato da una malattia o infortunio (trauma) può influenzare il movimento e causare molto dolore. Varie malattie possono portare a dolori articolari, tra cui osteoartrite, artrite reumatoide, borsite, gotta, stiramento, distorsioni e altri traumi. Il dolore articolare è estremamente comune, secondo le statistiche, e un’ampia percentuale di adulti ammette di aver avuto dolori articolari negli ultimi 30 giorni.

Le articolazioni più colpite del corpo :

Le statistiche mostrano anche che il dolore al ginocchio è uno dei disagi più comuni nelle grandi articolazioni del corpo, seguito da dolore all’anca e dolore alla spalla, ma bisogna ricordare che il dolore articolare può interessare qualsiasi altra parte del corpo, a cominciare dalla caviglia e articolazioni del piede e alle articolazioni della spalla e delle mani . Con l’avanzare dell’età, le articolazioni dolorose diventano più comuni.

Cause di dolori articolari

Il dolore articolare infiammatorio si  verifica durante la notte o al mattino, dopo il riposo, è accompagnato da rigidità installata per un periodo di tempo più lungo ed è alleviato dal movimento fisico. 

Il dolore articolare meccanico si  verifica dopo uno sforzo fisico, è accompagnato da una breve rigidità e lascia il posto al riposo. 

Un altro aspetto importante da considerare è l’  irradiazione del dolore , perché nelle malattie della colonna vertebrale può irradiarsi al ginocchio.

Le articolazioni  che possono  causare  dolore sono:

  1. articolazioni assiali  (colonna vertebrale, sacroiliache, coxo-femorali, scapolo-omerali, temporomandibolari);
  2. articolazioni periferiche  ( articolazioni della mano, pugno, gomito, articolazioni del piede, caviglia, ginocchio). 

In caso di insediamento di patologie articolari dolorose, a livello delle articolazioni vi è la presenza di  deformità, alterazioni del colore , segno di infiammazione – gonfiore, eritema, presenza di traumi.

L’artrite è una delle principali cause di dolore articolare e rigidità che  colpisce le ossa, i legamenti e le articolazioni. Questo termine generico include diverse malattie. Le forme più conosciute sono:

  • artrite reumatoide 
  • spondiloartrite
  • artrosi 

Artrite reumatoide

Gonfiore articolare, arrossamento della pelle intorno all’articolazione, dolore articolare e rigidità indicano la presenza di artrite. L’artrite reumatoide è una condizione infiammatoria cronica che colpisce le membrane sinoviali che ricoprono le articolazioni e provoca dolore deformando e indebolendo le articolazioni, manifestazione di infiammazione e accumulo di liquido intorno ad esse. 

Questa è la condizione reumatica infiammatoria più comune, essendo più comune nelle donne che negli uomini. La condizione di solito inizia gradualmente, lentamente e in alcuni casi può manifestarsi con dolore acuto, specialmente nelle piccole articolazioni delle mani, il noto dolore al polso.

Spondiloartrite

Le spondiloartrite  sono malattie infiammatorie sieronegative che comprendono spondilite anchilosante, artrite reattiva, artrite psoriasica, artrite associata a malattia infiammatoria intestinale, spondiloartrite indifferenziata. Si  manifesta con dolore lombare basso a carattere infiammatorio , oligoartrite delle articolazioni periferiche.

Osteoartrite (osteoartrite)

L’ osteoartrite  o  artrosi  è una  malattia degenerativa delle articolazioni,  la cui incidenza aumenta con l’età ed è caratterizzata da un’alterata integrità della cartilagine articolare, che colpisce la membrana sinoviale, l’osso subcondrale, i muscoli periarticolari, i legamenti.

La cartilagine è il tessuto che ricopre le estremità delle ossa e aiuta a muovere le articolazioni. Si tratta di una comune malattia articolare cronica causata dalla  normale usura della cartilagine articolare  che, nel tempo, può scomparire completamente e le superfici ossee entrano in contatto diretto. 

L’osteoartrite è un’importante causa di disabilità fisica ed è al secondo posto nelle malattie croniche, dopo la malattia cardiovascolare ischemica. L’osteoartrite si trova principalmente nei polsi, nelle ginocchia (gonartrosi), nell’anca (artrosi dell’anca), nelle mani (articolazioni dolorose), nella colonna vertebrale, nelle gambe, ma può anche verificarsi nella spalla, nel gomito o nella mascella. Quando colpisce più di tre aree articolari, è considerata osteoartrite generalizzata. 

Le cause secondarie dell’artrosi possono essere: malattie metaboliche, alterazioni anatomiche, traumi, malattie infiammatorie, malattie neurologiche, morbo di Paget. L’artrosi si manifesta con dolori articolari meccanici, dipendenti dal clima e accompagnati da rigidità articolare, deformità articolari, problemi funzionali nelle attività quotidiane, depressione.

Altre cause di dolore articolare possono essere: 

  • gotta
  • bursita
  • fibromialgia
  • osteoporosi
  • infezione ossea
  • esercizio fisico eccessivo
  • trauma fisico a seguito di lesioni
  • episodi influenzali
  • cambiamenti nelle condizioni climatiche – cambiamenti di temperatura, pressione atmosferica

Fattori di rischio per dolori articolari :

Molti fattori diversi possono alternarsi e possono aumentare la probabilità che una persona danneggi le articolazioni. Ad esempio, gli atleti hanno un rischio maggiore di traumi articolari rispetto ai non atleti. Altri fattori di rischio per il dolore articolare sono: • età: la degenerazione articolare si verifica di solito negli anziani;

  • Età – la degenerazione articolare di solito si verifica negli anziani;
  • Storia familiare – le persone che hanno familiari stretti a cui è stata diagnosticata l’osteoartrite hanno maggiori probabilità di sviluppare questa malattia;
  • Genere – le donne hanno maggiori probabilità di sviluppare condizioni come l’artrite, rispetto agli uomini;
  • Traumi o lesioni – colpi o lesioni che si verificano quando una persona pratica un determinato sport o subisce un incidente aumentano il rischio di malattie degenerative che colpiscono le articolazioni;
  • Storia medica – le persone nate con articolazioni malformate o cartilagine difettosa hanno un rischio maggiore di soffrire di dolori articolari; Le malattie delle ossa e delle articolazioni aumentano anche il rischio di malattie come il morbo di Paget o l’artrite settica.
  • Obesità – essere in sovrappeso mette più pressione sulle nostre articolazioni, come le nostre ginocchia. L’obesità può anche causare artrite nelle piccole articolazioni, come le mani.

Come prevenire i dolori articolari

Il fatto che il dolore articolare possa essere prevenuto o meno dipende da alcuni fattori, se è causato o meno da una malattia o da un trauma/colpo. Spesso è possibile prevenire lesioni alle articolazioni se la persona indossa l’attrezzatura sportiva appropriata. Le malattie generalmente non possono essere prevenute, ma una volta iniziato il trattamento medico, il dolore può essere sostanzialmente prevenuto o almeno il dolore articolare ricorrente può essere prevenuto in una certa misura.

Il medico o il fisioterapista può consigliare una serie di esercizi per rafforzare il corpo. Il medico raccomanda anche di trattare le infezioni nel corpo, che potrebbero portare a dolori articolari. Ultimo ma non meno importante, uno stile di vita sano è essenziale per prevenire i dolori articolari.

Allenamento congiunto negli sport invernali

Per preparare le articolazioni agli sport invernali e ridurre al minimo il rischio di lesioni, è una buona idea seguire alcuni 11 consigli :

  • Evita gli sport che richiedono alle tue articolazioni di superare il limite tollerabile;
  • Investire in dispositivi di protezione completi;
  • Non saltare il riscaldamento 12 : muscoli, tendini e legamenti non riscaldati aumentano il rischio di lesioni;
  • Dopo una giornata sulle piste, godetevi un massaggio terapeutico o massaggiate dolcemente le articolazioni di mani, piedi e ginocchia;
  • Esercizio per alcune settimane prima delle vacanze in montagna, per rafforzare i muscoli intorno alle articolazioni;
  • Le cadute sono inevitabili, ma quando lo fanno, si consiglia di farlo sul lato o supino, per ridurre al minimo l’impatto del peso corporeo sulle articolazioni delle mani. Se sei un principiante, un corso con istruttore specializzato ti aiuterà non solo a praticare correttamente gli sport invernali, ma anche a cadere così da ridurre il rischio di infortuni;
  • Evita gli sport invernali se hai dolore o sei esausto;
  • Gli sport invernali consumano energia dal corpo: ricaricare le riserve assumendo un integratore di vitamine /minerali può sostenere le articolazioni.

Scopri il club, hai accesso a più di 300 prodotti bio, con ingredienti bio, soluzioni più sane con servizi di qualità e campagne di stimolazione.

Le informazioni in questo articolo non devono sostituire la consultazione di uno specialista o una visita da un medico. Qualsiasi raccomandazione medica contenuta in questo materiale è solo a scopo informativo. Le conclusioni o i riferimenti non sono tipici e possono variare da individuo a individuo e possono dipendere dal proprio stile di vita, salute, ma anche da altri fattori. Queste informazioni non dovrebbero sostituire una diagnosi informata.

Lascia un commento