Dolcificante naturale

L’eccesso di zucchero e l’uso di dolcificante artificiale come saccarosio o aspartame possono causare problemi di salute piuttosto seri come diabete, malattie cardiache, varie condizioni dentali, obesità e molti altri tipi di cancro.

Da cos’è composto lo zucchero ?

Lo zucchero è composto dal disaccaride vegetale, che prende il nome di saccarosio e che, pur presente in molte colture agricole, viene solitamente prodotto da due importanti fonti : 

  • La canna da zucchero (Saccharum officinarum)
  • La barbabietola da zucchero (Beta vulgaris).

Consumare zucchero in quantità ragionevoli sotto forma di carboidrati non è dannoso per l’organismo, ma se l’energia accumulata non viene utilizzata, la depositerà sotto forma di grasso. La quantità massima raccomandata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità è di dieci cucchiaini da tè al giorno, ma molti nutrizionisti raccomandano che sia due volte più piccola.

Principali problemi di salute causati dal consumo di zucchero e dolci :

  • Colpisce gli occhi e può causare retinopatia;
  • Colpisce i denti e può portare a carie;
  • Influisce sulla salute del cuore e del sistema circolatorio, aumenta l’incidenza di ipertensione, aterosclerosi, palpitazioni e cardiopatia ischemica;
  • Colpisce il tratto digestivo e provoca infiammazione del duodeno;
  • Influisce sulla capacità dell’organismo di combattere le infezioni;
  • Può causare malattie della pelle, in particolare l’acne;
  • Può portare a malattie della colecisti;
  • Il consumo di zucchero, soprattutto dolciumi e bevande dolci, è strettamente legato al diabete di tipo 2.

Per i motivi sopra citati, la scelta di un dolcificante naturale può essere una sana alternativa, e i nutrizionisti ci incoraggiano a considerare questi prodotti, che non contengono additivi o coloranti dannosi per l’organismo.

I dolcificanti naturali contengono zuccheri semplici facilmente digeribili. Il processo di produzione degli edulcoranti comporta un intervento industriale minimo e il prodotto finale non contiene elementi nocivi come nel caso, ad esempio, dei dolcificanti artificiali. 

Principali dolcificanti naturali :

  1. Il miele è probabilmente il dolcificante naturale più conosciuto. Consumato da migliaia di anni, contiene vitamine e minerali (ferro, potassio, zinco, calcio, fosforo, riboflavina) e ha proprietà energizzanti, antiossidanti e antisettiche.
  2. Lo sciroppo d’acero ha poche calorie (260 per 100g rispetto allo zucchero, che ha 400 calorie, o al miele con 286 calorie). E’ un’ottima fonte di manganese, potassio, calcio e zinco e aiuta a neutralizzare i radicali liberi, riducendo l’ossidazione cellulare. Le varianti di sciroppo d’acero più scure contengono più antiossidanti rispetto al resto. Lo sciroppo d’acero fa parte dell’identità del Canada e attualmente si stima che l’80% della produzione di sciroppo d’acero sia prodotto nella regione del Quebec.
  3. Se lo sciroppo d’acero viene utilizzato principalmente sul pane o come guarnizione in alcuni dolci, lo sciroppo di datteri può sostituire lo zucchero in torte, tè, caffè o come guarnizione per gelati. Lo sciroppo di datteri contiene più aminoacidi delle mele o delle arance, oltre a vitamine e minerali (vitamina A, B, C, E, magnesio, calcio, zinco, selenio, ferro).
  4. Sciroppo di cocco – Il basso contenuto glicemico così come il contenuto nutrizionale rendono lo sciroppo di cocco ideale per il consumo quotidiano, in alternativa allo zucchero. Lo sciroppo di cocco contiene polifenoli, fosforo, ferro, zinco, calcio, potassio, fitonutrienti e antiossidanti. Inoltre, il basso numero di carboidrati, secondo gli studi, contribuisce ad abbassare il rischio di malattie cardiovascolari nei pazienti diabetici.
  5. La Stevia, una pianta originaria del Sud America, è un altro perfetto sostituto dei dolcificanti artificiali. E’ 200-300 volte più dolce dello zucchero, quindi è necessaria una quantità minima per torte, succhi o caffè. La stevia è anche resistente alla lavorazione a caldo e può essere utilizzata, ad esempio, nella preparazione di torte da forno.
  6. La melassa è uno dei dolcificanti naturali più salutari. Ciò è dovuto all’importante contenuto di ferro, vitamina A e B6, minerali come magnesio, potassio e calcio, ma anche antiossidanti. La melassa ha un contenuto di antiossidanti più elevato rispetto allo zucchero o al miele. La melassa ha un gusto particolare, molto aromatico ed è spesso utilizzata come dolcificante nella preparazione di torte da forno o marinate. Essenzialmente la melassa è il sottoprodotto risultante durante l’estrazione degli zuccheri dalla canna da zucchero e dalla barbabietola da zucchero. Può variare per colore, dolcezza e contenuto nutritivo, a seconda della varietà o della quantità di zucchero estratto.
  7. Lo sciroppo di riso viene prodotto dalla fermentazione del riso integrale, processo che porta alla ‘’rottura’’ dei chicchi di riso. Il liquido ottenuto viene riscaldato per una maggiore consistenza. Questo sciroppo ha un basso contenuto di nutrienti e un alto indice glicemico (98 su 100) e non è raccomandato per i diabetici o le persone che vogliono perdere peso.

Altri dolcificanti naturali sono : sciroppo d’agave, sciroppo di mais, xilitore, eritriolo, mannitolo, lattitolo, taumatina, ecc. E’ importante sapere che i dolcificanti naturali di qualità sono piuttosto costosi, ma dato che è in gioco la salute, il prezzo viene dopo.

Quando il dolcificante a base di stevia è controindicato ?

Se decidi di utilizzare un dolcificante così naturale, consulta il tuo medico a questo proposito. A seconda dei disturbi di cui soffri, c’è la possibilità che il medico ti consigli di evitare di consumare questo dolcificante.

Nella malattia renale può essere controindicato, a volte, il dolcificante con la stevia, perché è un forte diuretico, che aumenta la velocità con cui l’organismo elimina acqua ed elettroliti nelle urine. Affinché la stevia abbia effetti negativi sui reni, è necessario consumarla a lungo.

Alle persone che soffrono di disturbi gastrointestinali come la colite ulcerosa, la sindrome dell’intestino irritabile o il morbo di Crohn può anche essere consigliato di evitare l’addolcimento con la stevia, poiché può causare o esacerbare sintomi gastrointestinali, come:

  • Nausea
  • Vomito
  • Crampi

Se la tua pressione sanguigna è troppo bassa, allora dovresti sapere che la stevia agisce come un vasodilatatore, causando l’aumento dei vasi sanguigni e quindi la riduzione della pressione sanguigna. L’uso prolungato del dolcificante stevia in pazienti con ipotensione può causare problemi, quindi è consigliabile consultare il proprio cardiologo se ci si trova in una situazione del genere.

Le persone sottoposte a trattamento per il cancro – chemioterapia – dovrebbero sapere che i dolcificanti a base di stevia possono aumentare il rischio di complicanze come: basso livello di zucchero nel sangue (basso livello di zucchero nel sangue), bassa pressione sanguigna e altro.

Allo stesso tempo, le persone sottoposte a trattamento farmacologico a base di steroidi possono incontrare difficoltà a seguito del consumo di stevia come sostituto dello zucchero.

E in caso di malattie del fegato, possono verificarsi problemi dovuti al consumo di un dolcificante a base di stevia. Pertanto, se soffri di steatosi epatica, epatite C o altre malattie simili, è consigliabile parlare con il tuo gastroenterologo di questo dolcificante naturale.

Durante la gravidanza si possono consumare piccole quantità di dolcificante a base di stevia, in quanto non intacca in alcun modo né la madre né il feto. D’altra parte, consumare dosi elevate di questo dolcificante naturale durante i 9 mesi di gravidanza può aggravare i sintomi della gravidanza, sovraccaricando gli organi interni della donna.

Sebbene ci siano rischi associati al consumo del dolcificante a base di stevia, questa è una sana alternativa allo zucchero.

Se la stevia viene utilizzata correttamente, il rischio di effetti collaterali è minimo. Un dolcificante in polvere con stevia può essere utilizzato per sostituire un cucchiaino di zucchero.

Questo tipo di dolcificante può essere utilizzato in caffè, tè, limonata e altre bevande, nonché in yogurt, frullati o cereali. La stevia può essere utilizzata anche come dolcificante nei piatti cucinati .

La Stevia non viene utilizzata nella sua forma naturale, cioè sotto forma di foglie, per dolcificare, ma sotto forma di dolcificante che potete trovare nelle farmacie e nei supermercati.

Mantieni una dieta equilibrata e non avrai problemi di peso, ma anche di salute. Pur essendo un dolcificante naturale, la stevia va consumata anche in quantità limitate, non in eccesso. Il nutrizionista può formulare raccomandazioni esatte sul consumo e sulla quantità di stevia consentita.

Le informazioni in questo articolo non devono sostituire la consultazione di uno specialista o una visita da un medico. Qualsiasi raccomandazione medica contenuta in questo materiale è solo a scopo informativo. Le conclusioni o i riferimenti non sono tipici e possono variare da individuo a individuo e possono dipendere dal proprio stile di vita, salute, ma anche da altri fattori. Queste informazioni non dovrebbero sostituire una diagnosi informata.

Lascia un commento