Detox, Disintossicazione autunnale

Sebbene la maggior parte delle persone consideri la primavera la stagione ideale per purificarsi e disintossicarsi , la verità è che l’ autunno è in realtà il momento migliore per liberarsi di tutto ciò che è obsoleto.

Come gli alberi, devi scuotere le foglie e pulirle prima che arrivi l’inverno. La disintossicazione autunnale previene i raffreddori specifici di questa stagione, mantiene sano il sistema immunitario e prepara gli organi per i prossimi mesi freddi. La cosa più importante è non fare la disintossicazione autunnale in fretta.

Piano di disintossicazione 

Con l’arrivo della stagione del raccolto, è tempo di ridurre il consumo di cibi freddi estivi e di iniziare ad aumentare l’assunzione di piatti caldi cucinati, per prepararsi all’inverno. È tempo di ridurre l’assunzione di frutta da 3 a 2 porzioni al giorno, poiché la frutta tende ad abbassare la temperatura corporea. Il tuo corpo ha bisogno di più calore quando le temperature esterne si raffreddano.

Anche se segui il piano di disintossicazione autunnale per 3 giorni o 2 settimane, è importante mangiare i seguenti gruppi di alimenti a colazione, pranzo e sera.

Protocollo per il piano di disintossicazione autunnale:

  • Oli – un cucchiaio di olio di semi di lino ricco di lignani e un cucchiaio di olio di sesamo ogni giorno;
  • A basso contenuto proteico – 225 g al giorno. Scegli queste proteine ​​da manzo o bufalo, uova, agnello o pollame, tofu e tempeh;
  • Verdure – grandi quantità di verdure crude o in umido, a basso indice glicemico; più, ogni giorno, 3 cucchiai di crauti;
  • Frutta – 2 porzioni giornaliere di frutta intera. Scegli tra 1 mela di medie dimensioni, 1 tazza di mirtilli, 1 pera media, 1/2 melograno, più 1-2 cucchiai di aceto di mele;
  • Acqua filtrata – 8 bicchieri al giorno;
  • 2 tazze di tè al fieno greco – durante o tra i pasti.

Le spezie autunnali, tra cui cannella , chiodi di garofano, noce moscata, anice non sono solo deliziose e profumate, ma aiutano anche a prevenire l’indigestione, i gas intestinali e a prevenire il raffreddore alle estremità. Consigliati anche il tè al fieno greco e l’anice, entrambi rimedi per alleviare le malattie bronchiali, asmatiche e polmonari.

Terapia del colon

Durante la stagione autunnale, dovresti prendere in considerazione una serie di trattamenti di idroterapia per il colon per pulire l’intestino. Gli specialisti in idroterapia per il colon credono che un regolare intervento di pulizia del colon aiuti ad alleviare la fatica, i movimenti intestinali, il mal di testa e l’irritabilità, oltre ad alleviare le condizioni della pelle.

Chi segue questo metodo è entusiasta e segnala la presenza di una marcata sensazione di benessere, più energia, lucidità di pensiero e una forte sensazione di pace. Le occhiaie e le borse sotto gli occhi scompaiono. L’idrocolonterapia può aiutare a determinare lo schema dei movimenti intestinali quotidiani regolari.

Una volta che il sistema è stato pulito dall’idroterapia, il colon può tornare a funzionare a parametri normali e può svolgere correttamente la sua funzione di eliminazione delle scorie dal corpo.

Perché abbiamo bisogno di detox in autunno?

Sembrerebbe che il nostro corpo sia pieno di energia durante l’estate e che la frutta e la verdura estive ci abbiano dato tutto il meglio per sostenere la nostra salute. Idealmente, è vero, il sole e una sana alimentazione dovrebbero ricaricarci per far fronte alle stagioni fredde. E allora perché ci sentiamo stanchi e deboli alla vigilia dell’autunno? I motivi sono tanti, ma i principali sono legati ad un consumo eccessivo di cibi non appropriati (si sa, le “piccole gioie” delle feste: bibite gassate, fast food, patatine fritte, dolci) a discapito di frutta e verdura, ma anche un alto consumo nervoso legato sia alle vacanze (sì, la maggior parte delle persone si sente stressata per le vacanze!) sia alle prestazioni inferiori sul lavoro.

L’autunno è tanto più un momento ideale per la disintossicazione, in quanto ci consente di rafforzare il nostro corpo e prepararci per i mesi freddi a venire. Saremo in grado di affrontare il freddo della stagione e le giornate in cui la luce la godiamo solo poche ore al giorno.

Come fare la disintossicazione ?

Il successo di un trattamento disintossicante consiste nella capacità della cura di eliminare le sostanze nocive dall’organismo e di ripristinare la piena funzionalità dell’organismo. La disintossicazione è rivolta soprattutto agli organi filtranti del corpo (fegato, reni, vie respiratorie, pelle e intestino) affinché possano funzionare perfettamente e per filtrare, purificare ed eliminare le scorie dall’organismo.

Durante il trattamento disintossicante dobbiamo bere molta acqua, rilassarci e non esagerare. Inoltre, l’esercizio leggero aiuterà a ossigenare il nostro corpo e a stimolare la funzione degli organi. Pochi esercizi al mattino o 30 minuti a piedi o in bicicletta, se possibile nella natura, sono l’ideale.

Dovremo inoltre utilizzare più fibre, succhi di frutta naturali fatti in casa, frutta fresca o cotta a basse temperature. Eliminare i grassi animali e ricorrere a carne e pesce magri è un altro obiettivo da tenere a mente. Ovviamente alcol, tabacco, caffè e bevande gassate dovrebbero essere eliminati durante la disintossicazione o almeno ridotti al minimo.

A cosa appelliamo per la disintossicazione?

Per fortuna la verdura e la frutta autunnali, dai colori sgargiante, sono tra le verdure e i frutti più nutrienti dell’anno! Zucca, uva, mele, pere, noci, barbabietole infondono al nostro corpo sostanze nutritive, vitamine e minerali. È bene mangiare ora i frutti autunnali che crescono naturalmente in questo periodo dell’anno nel nostro paese. Dimenticatevi i frutti estivi che si possono trovare nei supermercati, provenienti da altri paesi. Essi “raffreddano” il corpo, mentre frutta e verdura autunnali lo “scaldano” e lo preparano per il periodo freddo. D’ora in poi abbiamo bisogno di calore.

La ricchezza dell’autunno è famosa e possiamo usare una varietà di verdure e frutta. Possiamo ricavarne succhi naturali e includere nella dieta quotidiana sotto forma di insalate o cibi cotti. Inoltre, possiamo aggiungere spezie che aiutano anche, a loro volta, a stimolare l’immunità e a “scaldare” il corpo. Possiamo usare:

Per la disintossicazione del fegato: cibi ricchi di zolfo, in particolare verdure a foglia verde scuro e aglio, cipolle, broccoli, cavolfiori, cavoli.

Protezione cellulare: frutta e verdura gialla, arancione e rossa come carote, zucca, limoni, pere, mele.

Apporto antiossidante: frutta e verdura con la pelle scura – mirtilli, more, cavolo rosso, uva nera, prugne.

Stimolazione immunitaria: spezie come zenzero, curcuma, cannella

Per questo, i patologi raccomandano di eliminare dalla dieta i prodotti contenenti dolcificanti artificiali, sciroppo di mais ricco di fruttosio, grassi o oli parzialmente idrogenati, ma anche prodotti trasformati con molti conservanti o sodio. 

Per la disintossicazione autunnale è bene mangiare i seguenti alimenti:

  • Aglio – Ha proprietà antivirali, antisettiche e antibiotiche, affermano gli esperti. Non dovrebbe mancare in nessuna dieta detox, perché abbassa il colesterolo, aiuta a secernere i succhi gastrici e favorisce il metabolismo dei grassi.
  • Barbabietola – Gli esperti affermano che questo ortaggio rafforza il sistema immunitario e combatte l’anemia attraverso le vitamine B3, B6, C e il beta-carotene. Inoltre, le barbabietole sono una preziosa fonte di ferro, magnesio, zinco e calcio, essendo l’alimento ideale per la disintossicazione e il corretto funzionamento della cistifellea e del fegato. La verdura stimola anche la produzione di globuli rossi e aiuta a mantenere lo stato ottimale di cuore, muscoli e nervi.
  • Dente di leone – Stimola la combustione dei grassi e purifica il tratto digestivo. Gli specialisti dicono che ha anche proprietà diuretiche, combattendo contro possibili malattie renali, come pietre o sabbia. Gli antiossidanti del dente di leone trattano, alleviano e curano anche alcune malattie della pelle.
  • Cannella – La cannella è alleata del metabolismo, essendo ricca di ferro, calcio e magnesio. Inoltre, il manganese alla cannella aiuta il fegato a bruciare gli acidi grassi e a mantenere i livelli di zucchero nel sangue a livelli normali.
  • Le mele – Queste verdure sono ricche di nutrienti, fibre, vitamine, minerali e sostanze fitochimiche benefiche, sostanze essenziali nel processo di disintossicazione. Gli esperti dicono che i flavonoidi della mela aiutano a stimolare la produzione di bile, intensificando la disintossicazione del fegato. Le mele sono anche una buona fonte di pectina, che rimuove i metalli e gli additivi alimentari dal corpo.
  • Limoni – Ricchi di vitamina C, i limoni curano i problemi legati all’indigestione e alla stitichezza, agendo come purificatore del sangue e come agente detergente. Le limonate, ad esempio, stimolano il rilascio di enzimi e aiutano a convertire le tossine in una forma solubile facilmente eliminabile dal corpo. Un bicchiere d’acqua con qualche fetta di limone, consumato al mattino, aiuta a prevenire le malattie renali.
  • Il basilico – Ha proprietà antibatteriche ed è ricco di antiossidanti che proteggono il fegato e inducono un’abbondante sudorazione, un altro modo per eliminare le tossine dall’organismo.
  • Semi di lino – Il loro consumo è particolarmente indicato per le persone che hanno problemi di digestione e soffrono frequentemente di stitichezza. Essendo ricchi di fibre, i semi hanno un effetto lassativo, che aiuta ad eliminare le tossine dal tratto intestinale. Inoltre, i semi di lino stimolano la combustione dei grassi e riducono la sensazione di fame, perché sono ricchi di acidi grassi Omega-3.
  • Broccoli – È considerato il cibo miracoloso nella protezione contro il cancro. Ricco di vitamina C e beta-carotene, questo alimento aiuta anche il sistema immunitario. I nutrizionisti raccomandano i broccoli invece dei normali broccoli, perché contengono 20 volte più antiossidanti.
  • Zenzero – Un recente studio della Columbia University ha dimostrato che le persone che mangiano zenzero controllano regolarmente il loro appetito. Allo stesso tempo, lo zenzero accelera il naturale processo di disintossicazione, rafforzando il metabolismo e stimolando il tratto digestivo.
  • Zucca – È ricco di fibre e beta-carotene che favorisce la digestione e restituisce alla pelle uno splendore speciale. 

Come usarlo: al forno e cosparso di miele e cannella, sotto forma di purea nell’impasto per muffin e torte, lessate e frullate con un frullatore per ottenere una deliziosa zuppa cremosa, tagliare a cubetti, irrorare con olio più altre spezie (es. cumino, coriandolo, sale, pepe) e lasciare in forno, nel risotto, negli smoothies con banana, latte, cannella e burro di arachidi, nei budini, negli stufati.

  • Mele cotogne – Aiuta i reni a filtrare le tossine più facilmente ed è utile per le persone che vogliono perdere peso. Aiuta la digestione grazie al suo alto contenuto di fibre e aiuta a disintossicare il corpo. Consumali crudi oltre a composte e marmellate.
  • Uva – Sono i frutti con il più forte effetto disintossicante oltre ai limoni. Consumare sia bianco che nero di stagione per beneficiare dei nutrienti nel loro contenuto. L’uva aiuta a disintossicare il corpo, eliminare il peso in eccesso, prolungare la sensazione di sazietà e sopprimere l’appetito culinario grazie all’alto contenuto di fibre e sostanze nutritive. Inoltre, contengono il 73% di acqua, quindi aiuta a purificare il corpo e a filtrare le tossine dal sangue. 

Scopri il club, hai accesso a più di 300 prodotti bio, con ingredienti bio, soluzioni più sane con servizi di qualità e campagne di stimolazione.

Le informazioni in questo articolo non devono sostituire la consultazione di uno specialista o una visita da un medico. Qualsiasi raccomandazione medica contenuta in questo materiale è solo a scopo informativo. Le conclusioni o i riferimenti non sono tipici e possono variare da individuo a individuo e possono dipendere dal proprio stile di vita, salute, ma anche da altri fattori. Queste informazioni non dovrebbero sostituire una diagnosi informata.

Lascia un commento