Curcuma

Cos’è la curcuma?

La curcuma è una pianta imparentata con lo zenzero ed è in realtà un genere che comprende circa 100 specie di piante perenni della famiglia delle Zingiberaceae. Questa pianta è originaria dell’Asia Meridionale e dell’Australia settentrionale ed è stata utilizzata principalmente in India per oltre 4.000 anni, grazie alle sue proprietà terapeutiche del sale.

Le piante che fanno parte del genere curcuma si distinguono per le lunghe foglie lanceolate, di colore verde chiaro. I fiori delle piante hanno colori diversi a seconda di ogni specie. Le piante vengono propagate solo piantando nuovamente il rizoma (radice), che a sua volta ha molti vantaggi.

Come ottenere la spezia alla curcuma :

Le radici della curcuma hanno numerosi rami grossi, di forma cilindrica, di colore dal giallo all’arancio all’interno. La spezia chiamata curcuma si ottiene dalla lavorazione delle radici della pianta , che vengono trasformate in una polvere utilizzabile in ambito alimentare. Per ottenere questa polvere, le radici di curcuma vengono bollite e poi essiccate in forno. Vengono poi macinati per ottenere una polvere fine.

La spezia così ottenuta ha un colore dal giallo intenso al dorato e contiene un principio attivo chiamato curcumina . Questa sostanza viene estratta dalla lavorazione della radice di curcuma e si trova nella polvere di curcuma in una concentrazione dal 2,5% al ​​4%. La curcumina ha, a sua volta, alcune proprietà benefiche, motivo per cui viene utilizzata in alcuni integratori alimentari, in diverse concentrazioni.

Che gusto ha la curcuma ?

La curcuma ha un gusto specifico, fortemente aromatico, in qualche modo simile al pepe in quanto piccante e leggermente amaro, allo stesso tempo. Poiché il suo aroma è forte, il suo utilizzo nelle preparazioni culinarie deve essere fatto senza esagerare, con il rischio che, invece di potenziarlo, copra i sapori degli ingredienti utilizzati.

Benefici della curcuma sulla salute :

  • Aiuta a migliorare la memoria – diversi studi sulle popolazioni asiatiche hanno dimostrato che le persone che hanno mangiato più curcuma hanno ottenuto risultati migliori nei test cognitivi rispetto a coloro che non hanno mangiato questa spezia. I ricercatori hanno correlato questo beneficio con la curcuma , che è uno degli ingredienti principali di questa miscela di spezie, ma anche nella dieta asiatica. Allo stesso tempo, i ricercatori ritengono che gli effetti antinfiammatori della curcumina possano proteggere il cervello dalle malattie degenerative e prevenire il morbo di Alzheimer.
  • Protegge il cuore – come dimostrano diversi studi la curcumina può proteggere il corpo dalle malattie cardiovascolari, come la cardiomiopatia o l’aritmia (battito cardiaco irregolare);
  • Protegge dalle malattie della pelle : la curcumina aiuta a neutralizzare i radicali liberi e previene i danni alle cellule della pelle, accelerando e migliorando il processo di assorbimento del collagene. La curcumina può anche aiutare ad alleviare le condizioni della pelle come la psoriasi, la dermatite e l’acne.
  • Allevia il dolore reumatico – l’assunzione di integratori di curcumina per quattro settimane ha aiutato ad alleviare il dolore causato dall osteoartrite nelle persone che già avevano la condizione.
  • Ruolo antinfiammatorio e antiossidante : uno dei benefici più importanti della curcumina è la capacità di ridurre l’infiammazione bloccando alcuni enzimi coinvolti in questo processo. Allo stesso tempo, il suo effetto antiossidante aiuta a prevenire l’artrite, l’asma o le malattie infiammatorie intestinali.
  • Regola i livelli di zucchero nel sangue – la curcumina abbassa i livelli di glucosio nel sangue e aumenta la secrezione di insulina nel pancreas.
  • Ha proprietà antitumorali – il principio attivo curcumina può bloccare l’attività delle cellule tumorali, prevenendo così la comparsa di diversi tumori, come il cancro della pelle, del pancreas, della mammella o del polmone;
  • Previene i coaguli di sangue – la curcumina migliora la circolazione sanguigna e previene i coaguli di sangue che potrebbero portare a gravi problemi di salute, come ictus, trombosi venosa profonda o embolia polmonare;
  • Riduce il colesterolo “cattivo” – il principio attivo curcumina aiuta a ridurre il livello di colesterolo LDL “cattivo”, ma anche il livello di colesterolo totale, che ha effetti positivi sulla salute del cuore;
  • Migliora il processo di disintossicazione – grazie alle sue proprietà , la curcumina aiuta a mantenere la salute dell’organismo e stimola gli enzimi che combattono i radicali liberi, responsabili del danneggiamento delle cellule e del DNA;
  • Protegge il fegato – la curcumina previene i problemi al fegato e aiuta il fegato a funzionare in modo ottimale;
  • Previene la anemia : la curcuma è una ricca fonte di ferro e può prevenire l’anemia;
  • Tratta i problemi digestivi – la curcuma può aiutare ad alleviare i sintomi dell’intestino irritabile;
  • Allevia i sintomi dell’influenza e del raffreddore – la curcumina aiuta ad alleviare le infezioni virali , come raffreddori e influenza, e aiuta il corpo a combattere le malattie respiratorie. Il tè alla curcuma con miele è raccomandato per alleviare i sintomi del raffreddore.

Uso della curcuma in cucina :

La curcuma è una spezia ideale in cucina. Si trova in commercio sia sotto forma di polvere di curcuma che fresca, cioè radici di curcuma. Ecco come utilizzare questa spezia in cucina:

  • Per le bistecche : la curcuma può essere aggiunta al manzo, al maiale o al pollo, ma può essere utilizzata anche come ingrediente nella salsa della marinata, insieme a timo e miele;
  • Per la frittata : puoi spolverare un po’ di polvere di curcuma quando sbatti le uova, insieme a un po’ di sale, pepe o parmigiano grattugiato;
  • Per le zuppe – la curcuma può essere aggiunta anche nelle zuppe di pollo o di verdure, nelle zuppe di gnocchi e anche nelle vellutate, come quelle di zucca o di funghi;
  • Per i piatti a base di riso – quando si prepara il risotto, è possibile aggiungere un po’ di polvere di curcuma per un sapore più ricco;
  • Per le verdure – carote, peperoni, porri e zucchine al forno possono essere condite con un po’ di curcuma in polvere e altre spezie;
  • Per i frullati : la curcuma è ideale in qualsiasi ricetta di frullato di frutta o verdura, in particolare con arance, mango, mele o carote. Quando si prepara un frullato, è possibile aggiungere anche un cucchiaino di curcuma in polvere. 
  • Per le tisane – si consiglia di utilizzare un cucchiaino di curcuma appena grattugiata, che si fa bollire per dieci minuti in una pentola in cui si sono aggiunti quattro bicchieri d’acqua. Per un migliore assorbimento del principio attivo nell’organismo si può aggiungere anche un pizzico di pepe macinato. La polvere di curcuma può essere aggiunta anche ai tè alla frutta.

Le quantità consigliate di curcuma per il consumo giornaliero sono le seguenti:

  • curcuma in polvere – mezzo cucchiaino, tre volte al giorno, eventualmente mescolata con succo di frutta o verdura;
  • polvere di radice di curcuma – un grammo, quattro volte al giorno;
  • tintura – 15-20 gocce diluite in acqua, in quattro dosi separate;
  • tè – un cucchiaino di polvere in una tazza d’acqua due volte al giorno.

Controindicazioni del consumo di curcuma :

La curcuma ha molti benefici per la salute, ma ci sono alcune controindicazioni al consumo di questa spezia. Gli effetti negativi del consumo di curcuma in grandi quantità includono nausea e diarrea. Usata a lungo termine, la curcuma può causare dolori addominali e, in alcuni casi, ulcere.

In caso di integratori alimentari con curcuma si consiglia sempre di consultare un medico. Se somministrati nelle dosi consigliate, gli integratori di curcuma non hanno effetti collaterali. Tuttavia, non sono raccomandati per le persone con diabete, coloro che soffrono di calcoli renali o della cistifellea o donne in gravidanza o che allattano.

La curcuma ha proprietà anticoagulanti , quindi non deve essere consumata prima dell’intervento chirurgico o in combinazione con altri farmaci anticoagulanti, come l’aspirina o l’eparina.

Le informazioni in questo articolo non devono sostituire la consultazione di uno specialista o una visita da un medico. Qualsiasi raccomandazione medica contenuta in questo materiale è solo a scopo informativo. Le conclusioni o i riferimenti non sono tipici e possono variare da individuo a individuo e possono dipendere dal proprio stile di vita, salute, ma anche da altri fattori. Queste informazioni non dovrebbero sostituire una diagnosi informata.

Lascia un commento